Lezioni 2: Esigenze e ostacoli

Per stabilire un modello sostenibile di riduzione degli sprechi alimentari, è necessario esaminareaffrontare diversi fattori importanti. Questi fattori includono:

  • aumentare la consapevolezza e la comprensione del problema tra i singoli e le imprese su scala

globale;

  • sviluppare infrastrutture e tecnologie per gestire il più possibile i rifiuti alimentari in modo ecologico;
  • E offrendo incentivi economici per sostenere la crescita e l’esecuzione di soluzioni immediate e innovative.

Ma come possiamo esemplificare questi incentivi? In generale, si tratta di fondi, sovvenzioni, sussidi, politiche  e regolamenti che incoraggiano le aziende a ridurre gli sprechi alimentari. Inoltre, sono necessarie misure  efficaci, come campagne e programmi di sensibilizzazione, per promuovere cambiamenti comportamentali  negli individui nel tentativo di combattere lo spreco alimentare in modo più produttivo. Anche le soluzioni  innovative di imballaggio e conservazione sono ottime opzioni che possono essere sviluppate per contribuire  a ridurre lo spreco alimentare alla fonte.

    • Mancanza di consapevolezza e comprensione: Ridurre gli sprechi alimentari non è un’impresa facile. Purtroppo, uno dei maggiori ostacoli è la mancanza di consapevolezza e di conoscenza del problema. La gravità della situazione e i suoi impatti negativi sono spesso sottovalutati o non realizzati, rendendo  difficile l’implementazione di soluzioni efficaci.
    • Resistenza al cambiamento: Il cambiamento non è sempre ben accetto; noi esseri umani temiamo di uscire dalla nostra zona di comfort. Ecco perché la resistenza al cambiamento rimane un altro potenziale ostacolo. I negozi di alimentari e i ristoranti, per esempio, buttano via quantità abbondanti  di cibo, ma potrebbero non essere disposti ad apportare modifiche nonostante le notevoli ripercussioni  di questa pratica di spreco.
    • Mancanza di infrastrutture e tecnologie adeguate: Anche le infrastrutture e le tecnologie insufficienti rappresentano una sfida. La raccolta, il trasporto e il trattamento dei rifiuti alimentari in modo ecologico richiedono l’impiego di sistemi particolari, che potrebbero non esistere o essere privi di  risorse, come finanziamenti e personale per la manutenzione.
    • Barriere economiche: le barriere economiche si traducono nella mancanza di modelli sostenibili per ridurre gli sprechi alimentari. Le possibili soluzioni possono richiedere ingenti investimenti iniziali, un’impresa difficile nell’attuale clima finanziario.
    • Inoltre, la mancanza di incentivi economici coesivi può ostacolare lo sviluppo e l’esecuzione di soluzioni.

    Per risolvere con successo questi problemi è necessaria una combinazione di approcci, come la

    sensibilizzazione e la comprensione, l’educazione, la costruzione di infrastrutture e l’offerta di incentivi  economici per creare una strategia sostenibile e resiliente per ridurre gli sprechi alimentari.