Lezioni 2: Come mangiare sano

Le diete sane hanno un apporto calorico  ottimale e consistono in gran parte in una  varietà di alimenti di origine vegetale, in basse  quantità di alimenti di origine animale,  contengono grassi insaturi piuttosto che saturi  e quantità limitate di cereali raffinati, alimenti  altamente elaborati e zuccheri aggiunti.

Sebbene la dieta per la salute planetaria,  basata su considerazioni di salute, sia  coerente con molti modelli alimentari  tradizionali, non implica che la popolazione  mondiale debba mangiare esattamente gli  stessi alimenti, né prescrive una dieta esatta.

Tabella: Obiettivi scientifici per una dieta  salutare planetaria, con possibili intervalli,  per un’assunzione di 2500 kcal/giorno.

Un’agenda integrata per l’alimentazione nell’Antropocene  riconosce che il cibo costituisce un legame inestricabile tra salute  umana e sostenibilità ambientale. Il sistema alimentare globale  deve operare all’interno dei confini della salute umana e della  produzione alimentare per garantire diete sane da sistemi  alimentari sostenibili a quasi 10 miliardi di persone entro il  2050.

Gli obiettivi scientifici definiscono lo spazio operativo sicuro per gli  alimenti

e sono qui rappresentati dall’anello arancione. Gli spicchi

rappresentano i modelli alimentari o la produzione di cibo.

e insieme riflettono vari modelli alimentari che possono o meno  soddisfare gli obiettivi scientifici per la salute umana e la  sostenibilità ambientale, cioè al di fuori dello spazio operativo  sicuro. Questi modelli alimentari possono esseresani e non  sostenibili” (win-lose), “non sani e non sostenibili” (lose-win),  “non sani e non sostenibili” (lose-lose) e “sani e sostenibili (win-win).