Lezioni 1: Introduzione

Nel corso della storia dell’umanità, abbiamo sempre avuto un irresistibile “appetito” per lo spreco; lo spreco di  cibo è sempre stato un fenomeno comune, influenzato da vari fattori come gli sviluppi economici, culturali e  tecnologici. Tuttavia, negli ultimi anni è emerso come un problema globale significativo, e le ragioni sono  ovvie: è accaduto a causa di una combinazione di fattori come il commercio alimentare globale, la crescita  dei supermercati su larga scala, il consumo eccessivo e lo sviluppo di tecniche avanzate di conservazione e  confezionamento.

Tutti questi fattori hanno fatto sì che gli alimenti si rovinassero e, naturalmente, hanno portato a un aumento  dei rifiuti. Pertanto, per affrontare in modo più efficace questa grave problematica, dobbiamo concentrarci  sull’identificazione e la risoluzione delle ragioni alla base dello spreco alimentare e lavorare per implementare  soluzioni sostenibili che contribuiscano a mitigare il problema.

Lo spreco alimentare è uno dei problemi globali più importanti che dovremmo affrontare; se non  riusciamo a risolverlo, potrebbe portare a gravi conseguenze per la nostra società. Come si può  intuire, i potenziali impatti dello spreco alimentare sono molteplici e complessi. Alcuni di essi sono  citati di seguito:

  1. Preoccupazioni ambientali. Una delle principali conseguenze è il danno all’ambiente, poiché i  rifiuti alimentari producono gas metano nelle discariche, un potente gas serra che contribuisce  al riscaldamento globale.
  2. Catastrofe economica. Un altro impatto significativo è rappresentato dalle perdite economiche,  sia per le risorse utilizzate per produrre il cibo sprecato sia per i costi di smaltimento. Questi  costi possono avere un effetto a catena che si ripercuote in modo significativo su individui e  aziende.
  3. Insicurezza alimentare. Lo spreco alimentare contribuisce anche all’insicurezza alimentare globale. Provate a immaginare: potremmo utilizzare queste risorse sprecate per sfamare chi ne  ha bisogno nei Paesi meno sviluppati. Se non riusciamo ad affrontare efficacemente questo  problema, i rischi aumenteranno e milioni di persone in tutto il mondo continueranno a soffrire  la fame e la malnutrizione.